SEDE:

Via Castelgiuncoli, 5

DIRIGENTE:

Arch. Luciano Pilotto

RESPONSABILE DEL SERVIZIO:

Arch. jonathan Balbo

TELEFONO UFFICIO:

0444720222

FAX:

0444720262

EMAIL:

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.


PEC UFFICIO:

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.


PEC SUAP:

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

REFERENTI:

geom. Anna Maria Vinante (0444 720218)
geom. Riccardo Ferron (0444 720265)
Ruaro Laura (0444 720213)
Ivo Bironti (0444 720259)
Graziano Salvadore

ORARIO PER IL PUBBLICO:

LUNEDI', MERCOLEDI', VENERDI': dalle ore 10,00 alle ore 12,00

MARTEDI': CHIUSO

GIOVEDI': MATTINO CHIUSO, POMERIGGIO APERTO dalle  ore 14,30 alle ore 17,30

SABATO: CHIUSO

REVOCA DIVIETO UTILIZZO ACQUE PROVENIENTI DAL FIUMICELLO BRENDOLA E DAL FIUME GUA' PER FINI IRRIGUI

Con ordinanza del Sindaco n. 130 del 9 luglio 2019 è stato revocato il divieto di utilizzare le acque provenienti dal fiumicello Brendola e dal fiume Guà, dopo la confluenza del fiumicello Brendola, per fini irrigui e per abbeveraggio del bestiame.

clicca qui per leggere il testo

Settore Ambiente

 

 

PROVINCIA DI VICENZA SERVIZIO FITOPATOLOGICO

Risultati immagini per olivo foto      DIFESA INTEGRATA DELL'OLIVO

 

 

 

 

bollettino n. 15 del 27 giugno 2019

 

 

DIVIETO UTILIZZO ACQUA PROVENIENTE DAL FIUMICELLO BRENDOLA E SUE DERIVAZIONI

Ordinanza del SINDACO n. 120 del 2 luglio 2019.

Con Ordinanza del Sindaco n. 120 del 2 luglio 2019 è fatto divieto di utilizzare l'acqua del fiumicello Brendola e delle sue derivazioni, per irrigazione dei terreni e per l'abbeveramento del bestiame.

clicca qui per leggere il testo.

 

 

 

AVVISO DI PROTEZIONE CIVILE - INCENDIO DITTA A BRENDOLA - 1 LUGLIO 2019

Aggiornamento 8 luglio ore 8:20

Nella giornata di sabato 6 luglio si è provveduto a completare le operazioni di raccolta del pesce morto nei due tratti rimasti da completare nella giornata di giovedì 5 luglio.

Nello stesso giorno in un'operazione coordinanta dal Centro Operativo Intercomunale del Distretto di Protezione Civile VI9 di Montecchio Maggiore si è provveduto a ripulire il fiumicello Brendola nel tratto compreso tra il Comune di Sarego ed il Comune di Lonigo.

L'operazione ha visto il coinvolgimento di numerose squadre di Protezione Civile provenienti dalle province di Vicenza e Verona, Consorzio di Bonifica Alta Pianura Veneta, Arpav, Polizia Provinciale e personale dei Comuni di Lonigo e di Sarego.

Causa rottura argine di contenimento del fiumicello Brendola a Brendola permane il divieto di irrigare con l'acqua proveniente dal fiumicello Brendola e dal fiume Guà nel tratto successivo all'immissione del Fiumicello Brendola.

Seguiranno aggiornamenti.
Settore Ambiente e Protezione Civile

 

 

Aggiornamento 5 luglio ore 18:00

Nella giornata di oggi si è provveduto a rimuovere tutto il pesce morto nen tratto del fiume Guà compreso tra ponte San Giovanni ed il Comune di Sarego.

Rimangono da completare due brevi tratti di 50 metri all'altezza di ponte San Giovanni e, lungo il fiumicello Brendola di 150 metri nel punto di sua confluenza nel fiume Guà.

Le analisi effettuate in data odierna da parte di Arpav indicano un deciso miglioramento della qualità dell'acqua sia del fiume Guà che del fiumicello Brendola.

Le operazioni di bonifica e di raccolta del pesce morto del fiumicello Brendola nel tratto che attraversa il Comune di Sarego si completeranno nella giornata di domani sabato 6 luglio.

Ad ultimazione delle operazioni di raccolta di tutto il pesce morto si procederà alla revoca delle ordinanze n. 120/2019 e 126/2019 di divieto dell'utilizzo dell'acqua del fiumicello Brendola e del fiume Guà, nel tratto successivo alla confluenza del fiumicello Brendola, per irrigazione ed abbeveraggio degli animali.

 

Settore Ambiente e Protezione Civile

 

 

 

Aggiornamento 4 luglio 2019 ore 19:00

Nella giornata di domani 5 luglio inizieranno le operazioni di rimozione e smaltimento del pesce morto presente nel tratto di fiume Guà tra il Comune di Sarego e Ponte di Via San Giovanni.

A seguito di richiesta di attiviazione trasmessa al Servizio Protezione Civile della Provincia di Vicenza, le operazioni saranno effettuate dai volontari appartententi all'Associazione Protezione Civile di Sarcedo e all'Associazione Protezione Civile di Montegalda.

Si ringrazia per il il supporto anche l'Ufficio Pesca della Provincia di Vicenza e la Polizia Provinciale.

Nella giornata di oggi personale del Comune di Lonigo ha effettuato analoga operazione di pulizia nel canale Ronego.

Quanto raccolto sarà trasportato per essere smaltito in impianto autorizzato.

 

Con ordinanza n. 126 del 4 luglio 2019 è stato esteso al fiume Guà il divieto di irrigazione ed abbeveraggio bestiame.

Le operazioni di bonifica in atto dovrebbero comunque consentire, in tempi relativamente brevi, la rimozione delle ordinanze di divieto attualmente in atto.

 

ordinanza 126/2019

 

 

Aggiornamento 3 luglio 2019 ore 16:00

Comunicati ARPAV

http://www.arpa.veneto.it/arpavinforma/comunicati-stampa/archivio/comunicati-2019/incendio-a-brendola.-aggiornamento-3-luglio-2019 ;

http://www.arpa.veneto.it/arpavinforma/comunicati-stampa/archivio/comunicati-2019/incendio-a-brendola.-aggiornamento-3-luglio-2019.-primi-risultati-acque-di-spegnimento .

 

 

Aggiornamento 3 luglio 2019 ore 15:00

L'incendio dello stabilimento della ditta Isello nel Comune di Brendola si può dire risolto.

Le analisi ARPAV hanno escluso la presenza di diossina nell'aria.

Gli impatti sulla matrice aria perciò si possono dire terminati.

 

Diverso discorso, purtroppo, per quanto riguarda la matrice Acqua.

 

Al fine di prevenire il rilascio a valle di sostanze inquinanti erano state predisposti lungo il fiumicello Brendola, dal Comune di Brendola al Comune di Lonigo, diverse opere di sbarramento.

Gli interventi messi in atto non sono risultati sufficienti a fermare l'avanzata delle sostanze inquinanti, in particolare di quelle in grado di creare emulsione in acqua.

In questo momento è attiva un importante opera di sbarramento in Comune di Zimella al fine di evitare il trasporto di queste sostanze inquinanti nell'acqua di derivazione del Canale LEB.

Le precipitazioni della serata di ieri hanno acuito questa problematica.

La situazione viene costantemente monitorata da personale dei Comuni coinvolti, della Provincia di Vicenza, della Regione del Veneto, di ARPAV, del Consorzio di Bonifica Alta Pianura Veneta, dell'ULSS 8 Berica.

Alle 24.00 del giorno 2 luglio ed alle 11.00  di questa mattina il personale tecnico del Comune di Lonigo ha partecipato ad incontri di coordinamento per la gestione di questa emergenza.

Alle ore 16.00 il Sindaco parteciperà ad un incontro in Prefettura di Vicenza.

Ogni intervento non viene lasciato al caso.

In particolare ora il Comune di Lonigo si occuperà della rimozione del pesce morto presente nel fiume Guà e nei canali di derivazione del fiumicello Brendola, oltre che continuare a monitorare la situazione.

La presenza di odore acre e di sostanze schiumogene nel fiume Guà è in progressiva attenuazione.

 

Seguiranno ulteriori aggiornamenti.

Settore Ambiente e Protezione Civile.

 

 

Aggiornamento 2 luglio ore 8:20

Comunicato Arpav - Risultati delle prime analisi

 http://www.arpa.veneto.it/arpavinforma/comunicati-stampa/archivio/comunicati-2019/incendio-azienda-di-vernici-a-brendola-vi-.-i-risultati-delle-prime-analisi

 

Nella notte volontari del Gruppo Volontario Protezione Civile di Lonigo sono intervenuti a supporto delle operazioni di spegnimento dell'incendio.

 

 

 

 

 

 

Aggiornamento ore 18:40

L'autostrada tra i caselli di Montecchio Maggiore e Montebello Vicentino è percorribile in entrambe le direzioni.

 

Aggiornamento ore 18:25

L'incendio è sotto-controllo.

Si è ridotta notevolmente l'emissione di fumi.

Si conferma la direzione prevalente del vento verso ovest.

Tuttavia non si escludono refoli di vento verso sud.

Per questo motivo, nell'eventualità che si dovesse percepire l'odore acre si raccomanda di tenere le finestre chiuse.

L'intensità del fenomeno comunque dovrebbe escludere il verificarsi questa ipotesi.

 

Aggiornamento ore 15:45

A.R.P.A.V. comunica che il Comune di Lonigo non è tra i Comuni interessati dall'evento in corso.

Anche la previsione sulla direzione dei venti nelle prossime ore al momento esclude tale ipotesi.

Il Comune di Lonigo continuerà a tenere monitorata la situazione.

 

 

 

Aggiornamento ore 14:55

 L'ente gestore comunica che è stata chiusa l'autostrada tra i caselli di Montecchio Maggiore e Montebello Vicentino (direzione Venezia).

 

Comunicato ore 14:45

INCENDIO IN CORSO PRESSO LA DITTA ISELLO VERNICI NEL COMUNE DI BRENDOLA.

 

In relazione all'evento si comunca che il Comune di Lonigo sta seguendo con attenzione quanto si sta verificando nel Comune di Brendola.

In particolare è in contatto con A.R.P.A.V. Dipartimento di Vicenza per quanto riguarda gli aspetti ambientali della vicenda.

A.R.P.A.V. sta effettuando i campionamenti per rilevare la presenza di eventuali sostanze nell'aria.

Sarà nostra attenzione tenere aggiornata la situazione su questo sito.

 

Settore Ambiente e Protezione Civile

OZONO - Che fare

Come ridurre l'esposizione all'ozono.

E’ opportuno che tutti, in presenza di valori elevati di ozono, adottino i seguenti comportamenti per ridurre il più possibile l’esposizione all’ozono:

  • ventilare gli ambienti domestici nelle ore più fresche della giornata (specialmente quelle del primo mattino quando le concentrazioni di ozono sono più basse) e cercare di svolgere i lavori pesanti e le attività sportive nelle stesse ore;
  • i soggetti sensibili e i bambini in particolare dovrebbero evitare di svolgere attività fisica, anche moderata, all'aperto nelle ore più calde (usualmente tra le 12.00 e le 18.00). I gestori delle attività ricreative, ludiche e culturali dovrebbero organizzare le attività sportive ed i giochi di movimento dei bambini durante il mattino privilegiando nel pomeriggio le attività in ambienti confinati;
  • nelle ore di massima insolazione è in ogni caso opportuno, per tutti, evitare di svolgere attività fisiche molto intense all'aperto;
  • i soggetti particolarmente a rischio (gli anziani e le persone con malattie cardiache e respiratorie) dovrebbero trascorrere le ore più calde della giornata all'interno delle abitazioni  (in genere le concentrazioni di inquinanti sono più basse in casa che fuori), evitando di svolgere qualunque attività fisica, anche moderata, all'aperto nelle ore più calde;
  • può essere utile anche un'alimentazione sana ricca di sostanze antiossidanti, privilegiando soprattutto frutta e verdura di stagione con alto contenuto di vitamine A, C ed E.

Stato di Attenzione - Livello Ozono

Comunicato Ozono del 07-07-2019 per la stazione di Quartiere Italia

Comunicazione di avvenuto superamento della soglia di informazione di 180 µg/m³ per l'ozono  presso la stazione di Quartiere Italia nel giorno 06-07-2019 ai sensi del D. Lgs. n. 155. del 13 Agosto 2010

Si comunica l'avvenuto superamento della soglia di informazione di 180 µg/m³ per l'ozono nella stazione di rilevamento della qualità di Quartiere Italia,
con valore massimo orario di 184 µg/m³ alle ore 17:00.


La stazione di Quartiere Italia è da considerare il riferimento per la valutazione dell’ozono anche per il Comune di Lonigo.

Nel sito Arpa Veneto sono inoltre disponibili anche informazioni circa i possibili effetti sulla salute, le precauzioni raccomandate e le azioni preventive da attuare per la riduzione dell'inquinamento da ozono, reperibili al seguente indirizzo:
http://www.arpa.veneto.it/temi-ambientali/aria/a-proposito-di-ozono

SETTORE AMBIENTE